giovedì 18 agosto 2022

Review Party - BY GRAZIA - GOLEM'S BREATH di Krisha Skies

 










                                           




Da secoli il mondo è infestato da creature mostruose: gli Speculi. Gli Emisferi che essi producono, vere e proprie gabbie che impediscono qualsiasi spostamento o comunicazione con l’esterno, flagellano periodicamente i più disparati luoghi della Terra, dall’Europa all’Estremo Oriente. Solo convogli di messaggeri, incaricati di consegnare merci e generi alimentari nelle città e nei villaggi infestati, sono in grado di penetrare gli Emisferi e di distruggere gli Speculi. Tra loro, infatti, operano i Danzatori del Sangue, rarissimi individui in grado di evocare potenti giganti guerrieri conosciuti con il nome di “Golem”. Come ogni Danzatore che si rispetti, anche Shanti vive in simbiosi con un Animus, un essere artificiale antropomorfo in grado di diventare l’“anima” del Golem. Paradossalmente, gli Animus sono considerati alla stregua di oggetti o di intelligenze artificiali: non provano emozioni e obbediscono ciecamente ai loro proprietari. Ma le cose si complicano quando la ragazza comincia a sospettare che un Animus sia molto di più e una tragedia mai dimenticata riemerge dal passato con nuovi, inquietanti dettagli.





Eccomi di nuovo a voi cari lettori/i con un nuovo romanzo dark fantasy scritto da Krisha Skies, e nel quale l’azione e scene romance rendono la storia veramente unica nel suo genere. L’intreccio mi ha colpito fin dall’incipit accompagnandomi verso lo svolgimento vero e proprio e il prosieguo verso la parola “fine”, con la voglia di conoscere l’esito conclusivo dei due protagonisti. Tutto fila all’interno della storia, sia nella parte dialogata sia nella narrazione lineare. Diciamo che tutto è al punto giusto e tutto accade al momento giusto, in cui scene di scontri, d’amore e di segreti si susseguono togliendoti il respiro. La suspense non manca, e pagina dopo pagina il lettore scopre un piccolo tassello in cui si amalgamano flashback e accadimenti presenti che spezzano la monotonia con gradevole ritmo narrativo.

Che cosa troviamo in questo volume? Civiltà dove gli umani, gli Animus e i creatori convivono. Tra questi esistono creature mostruose: gli Speculi i quali producono gli Emisferi, vere e proprie gabbie che non consentono qualsivoglia spostamento o comunicazione, flagellando ciclicamente i più disparati luoghi della Terra, dall’Europa all’Estremo Oriente. Solo alcuni convogli di messaggeri, incaricati di consegnare merci e generi alimentari nelle città e nei villaggi infestati, possono penetrare gli Emisferi e distruggere gli Speculi. Tra questi ci sono i Danzatori del Sangue, rarissime persone capaci di richiamare in vita potenti giganti guerrieri: “Golem”. Shanti è un danzatore di sangue e come loro vive in simbiosi con un Animus, un essere artificiale antropomorfo (un animale dalle sembianze umane) in grado di divenire l’“anima” del Golem. Gli Animus, considerati alla stregua di oggetti o di intelligenze artificiali non provano emozioni e obbediscono solo ai loro proprietari. Tuttavia le cose si complicano quando la ragazza comincia a sospettare che ci sia un Animus diverso, una specie di intelligenza artificiale superiore, così la tragedia di un passato mai dimenticato incombe con nuovi e inquietanti retroscena.

Ho trovato la trama di questo libro notevole, poiché la struttura si divide in due ben distinti viaggi nel passato che nel presente. Le vicende che troveremo nel passato grazie ai flashback che avvengono all’interno dei ricordi di Shanti, la Danzatrice del Sangue, la nostra protagonista, mentre quelle descritte nella narrazione lineare, ossia nel presente, ci troviamo di fronte a sfide al limite dell’impossibile da affrontare sempre difficoltose e atipiche dove il mistero e la pericolosità rendono il tutto un pot-pourri di accattivanti azioni belliche mai lette prima d’ora in altri romanzi di questo genere. A mano a mano che la storia prosegue e le vicende incalzano come le scene romantiche, il lettore si ritrova immerso nella storia, e l’empatia con alcuni dei personaggi è così forte, che ti sembra di essere al fianco di Shanti e con il suo Animus, dal nome che non si dimentica tanto facilmente. “Blue”.

L’emozione trascina il lettore all’interno di un’empatia simbiotica con i personaggi principali. Le ambientazioni sono descritte in maniera eccellente tanto che ti coinvolgono attirandoti dentro come quando ti ritrovi davanti a uno schermo in cui stai guardando un film in 3D.

I quesiti rimasti in sospeso non mancano, ma credo che troveremo le risposte nel sequel, quindi bisognerà attendere... Tuttavia, grazie alla bravura dell’autrice nell’aggiungere personaggi alla storia, alla fine scopriremo un finale, non autoconclusivo, ma che comunque deflagra in un’armonia di sfumature narrative esclusive, lasciando al lettore l’ultima parola all’immaginazione.

Ho trovato i periodi utilizzati dall’autrice non complessi e il lessico non ricercato ma sobrio, il che rende scorrevole la lettura.

In alcuni passaggi prevalgono i dialoghi in altre le descrizioni narratologiche delle scene guerresche e delle ambientazioni. La caratterizzazione psicofisica dei personaggi aiuta molto il lettore a immaginare le loro fattezze, giustificandone a volte i comportamenti e l’agire.

L’animus mi ricorda vagamente il gioco “Assassin’s creed” di cui sono amante incallita.

Ho riflettuto molto su alcuni passaggi del libro che mi hanno colpito di più e nei quali si evince l’amore, la passione e la voglia di scoprire che a questo mondo non siamo soli, che ci sono esseri umani che hanno bisogno di essere compresi e amati, che la solitudine dell’anima si può sconfiggere e lo si deduce dalle metafore che l’autrice ha inserito magistralmente nella storia.

Per questo e tanto altro, con piacere riconfermo il voto: 5 stelle








 








mercoledì 17 agosto 2022

Recensione Romanzo - BY SILVIA - NEVE D'APRILE di Silvestra Sorbera

 











LINK ACQUISTO EBOOK AMAZON




In questa nuova indagine il commissario Livia e i suoi uomini avranno a che fare con qualcuno che tira le fila nella tranquilla Porto Scogliera annoiata e silente nel pieno della pandemia.
Livia insegue il suo intuito che la porterà a scoperchiare un sistema ben oleato e pronto a delinquere senza guardare in faccia nessuno.
Non mancheranno i problemi quotidiani con Gabriele che cercherà di trovare il bandolo della matassa nella quale Livia si è aggrovigliata da sola.
Tra problemi familiari, indagini a cascata e sensi di colpa Livia si troverà di fronte a un puzzle tutto da costruire.










Il commissario Livia deve fare i conti con il ritorno dal passato dell’ex fidanzato Valerio, spacciatore di droga e forse invischiato in una morte misteriosa. Il tutto in una cittadina sicula vicino al mare durante il lockdown da pandemia Covid! L’apparente tranquillità della cittadina verrà sconvolta da vari accadimenti che metteranno a dura prova la salute psichica di Livia e il suo rapporto con il convivente Gabriele, medico patologo della polizia. E insieme a Livia, donna indipendente, istintiva ma solitaria, scopriremo i colleghi Celi e Angelo (alle prese con la DAD dei figli) e Don Lucio, prete di periferia sui generis. Un libro molto scorrevole, dai capitoli che separano bene i vari momenti della storia aiutando il lettore a comprenderla fino in fondo. Una storia autoconclusiva che lascia un finale con qualche apertura per una prossima indagine di questo agguerrito commissario. Da leggere in un pomeriggio non solo per rilassarsi, ma anche per avere una veloce panoramica sui risvolti della DAD, sui problemi della droga e sui rapporti tra le persone. Un volo leggero che innesca pensieri.






 









venerdì 5 agosto 2022

Segnalazione Romanzo - I HATE THAT I LOVE YOU di P. Sky Hope

 





Respiro Readers

vi segnaliamo  la nuova uscita 

del romanzo dell'autrice italiana P. Sky Hope.












TITOLO: I hate that i love you

AUTRICE:  P. Sky Hope

CASA EDITRICE: Self Publishing

SERIE: Broken Hearts Trilogy #1

GENERE: Romance 

PAGINE: 681

PREZZO EBOOK: 2.99

DATA USCITA : 5 Agosto  2022





La carriera universitaria che ha sempre agognato, con la migliore amica di sempre, nell’Università dei suoi sogni: Yale.
Tutto sta andando secondo i piani e tutto ciò per cui ha faticato nei suoi diciannove anni, Cheryl l’ha ottenuto. Ma arrivata a Yale si scontra con il peggior incubo del suo passato. Damon, ancora più bello di quanto ricordasse, senza cuore, nonché fratello della sua migliore amica.
E la odia più di ogni altra cosa al mondo.
Un diavolo pronto a tutto pur di trascinarla all’inferno per far sì che lei paghi per i suoi errori.
Sono passati tre anni dal loro ultimo incontro. Il passato li tormenta e non riescono a distinguere la realtà dalla finzione.
Alla fine dei giochi saranno capaci di accettare il proprio passato e metterci una pietra sopra, o l’odio prevarrà separando irrevocabilmente le loro strade?

Non siamo in un fottuto romanzo
Non c’è spazio per l’amore in questa storia.
Qui, c’è soltanto odio.

ROMANZO AUTOCONCLUSIVO
Romanzo consigliato a un pubblico adulto.
Contiene scene esplicite.






«So che mi odi per ciò che è successo anni fa, e anche se è passato del tempo vorrei… ecco, io vorrei, chiederti scusa. Avrei dovuto farlo prima. Non sai quanto mi dispiace per come sono andate le cose», dico tutto d’un fiato.

Il ghigno scompare dalle sue labbra lasciando il posto a un’espressione imperscrutabile.

«Tu pensi che con delle cazzo di scuse sia tutto a posto? Sei davvero così ingenua o sei stupida?», mi dice inclinando il capo guardandomi con curiosità.

«Io…», le parole mi muoiono sulle labbra mentre i suoi occhi scivolano lungo tutto il mio corpo per poi risalire sul mio viso e mi sento come se fossi sotto esame.

La sua mascella si irrigidisce e afferma con voce dura: «Non le voglio le tue fottute scuse. Come non ti voglio qui a Yale. Non ti voglio in nessun cazzo di posto dove sono io, piccola infame».

Le sue parole mi colpiscono come uno schiaffo, abbasso lo sguardo sentendomi a disagio e devo metterci tutta la forza di volontà per non dimostrargli quanto mi abbia ferita.

Ci provo.

Ci provo, maledizione. Ma ugualmente una lacrima solitaria scivola sulla mia guancia e la asciugo in fretta riportando lo sguardo su di lui.

«Smettila di chiamarmi in questo modo. Smettila. Per favore. Cosa posso fare per far sì che tu smetta di odiarmi?».

«Per odiarti avrei dovuto provare qualche tipo di affetto per te, Mitchell. Invece tu per me sei niente», sibila in tono cattivo avvicinandosi di nuovo. Faccio un passo indietro d’istinto e finisco con le spalle contro la porta.

Sono in trappola.

Damon mi imprigiona poggiando una mano contro la porta e con l’altra mi agguanta per il mento sollevandomi il viso fino a ritrovarci a un soffio l’uno dall’altro.

I nostri nasi quasi si sfiorano e il mio cuore sembra voglia sfondarmi il petto per quanto batte forte.

«Cerca di starmi alla larga, o renderò il tuo primo anno un inferno. Questa volta non ci saranno tua zia o i miei genitori a difenderti. Questa volta non mi limiterò a vietarti di venire a casa mia. Questa volta mi assicurerò che tu paghi per i tuoi errori. Benvenuta a Yale, Cheryl. Sei nel mio cazzo di regno e qui comando io», esordisce lapidario facendomi tremare per quanto sono pregne di cattiveria le sue parole. «E adesso sparisci», aggiunge mollando la presa dal mio volto e si allontana.

Non me lo lascio ripetere e scappo via come se temessi che potesse inseguirmi e mettere in atto la sua minaccia.

Mi fermo soltanto una volta che sono fuori dalla struttura e cerco di riprendere fiato.

Cerco di far rallentare il battito impazzito del mio cuore, ma non c’è verso.

Le sue parole mi vorticano nella testa e ho l’impressione che più che un avvertimento la sua sia una promessa.

Damon Coleman è il demonio e ho paura di essere appena piombata all’inferno.






venerdì 29 luglio 2022

Recensione Romanzo - BY SILVIA - IL MIO FARO di Maria Luisa

 














Pamela è una psicoterapeuta con uno studio ben avviato, ma ha alle spalle un passato fatto di addii e
sofferenza. Ha imparato a proprie spese il significato della parola perdita.
Quando la sua vita sembra aver preso la direzione un po’ monotona, ma pur sempre sicura della stabilità,
ecco che tutte le carte verranno rimescolate. Un uomo che avrebbe dovuto rimanere nel passato torna a
sconvolgere il suo piccolo mondo. Ma non basta, nella vita della giovane psicologa, anche uno stalker cerca
di farsi spazio tra le mura sicure del suo piccolo e ordinato ecosistema.
Per fortuna Pamela potrà contare sull’aiuto delle inseparabili amiche Marina e Betty, di Mirko, l’unico
grande amore della sua vita, e di una famiglia un po’ ingombrante, ma comunque solida e che non le ha mai
fatto mancare il proprio sostegno.










Un racconto che si legge velocemente anche perché la fluida scrittura e la storia prendono molto. Il punto di forza è sicuramente la miriade di personaggi che girano attorno ai due protagonisti e che a loro modo rendono la vita un simpatico Luna Park. Pamela si sta per sposare con il medico Lorenzo, che però è sempre in viaggio. Mentre sta organizzando le nozze, aiutata dalle sue amiche moschettiere Betty e Marina, rientrerà nella sua vita l’ex Mirko.
Betty è una mamma felicemente sposata e distrutta dal sonno, che ha appena partorito e la cui figlia più grande, col suo acume di bimba di quattro anni, aiuterà più di qualche volta la situazione ad evolversi.
Marina invece è la classica amica sempre attenta allo stile e che riesce a correre nella sabbia anche col tacco 12, creando battutine ironiche e scenari particolari.
La terza moschettiera, Pam per gli amici, è invece colei che media sempre, aiutata dal collega di lavoro Roberto che la sostiene e l’aiuta sempre, anche dopo un intervento chirurgico d’urgenza dovuto allo svenimento durante la cerimonia nuziale.
Si aggiungono la segretaria sempre perfetta ma che, gelosa di Pam, le creerà non pochi problemi.
Insomma in questa storia d’amore, di cui si crede di conoscere il finale fin dall’inizio, vi saranno molte onde che una dopo l’altra spazzeranno le certezze.
I protagonisti sono descritti brevemente ma le loro azioni ce li fanno amare e capire fino in fondo.
Un libro sul significato dell’amore, anzi su una delle tante modalità con cui l’amore si presenta nella vita.
Un libro da leggere in una giornata, per goderci una storia d’amore e dei protagonisti molto particolari, che non rinunciano ad essere se stessi, ma che riescono ugualmente a volersi bene.






 








Review Party - BY GRAZIA - GOLEM'S BREATH di Krisha Skies

                                              Da secoli il mondo è infestato da creature mostruose: gli Speculi. Gli Emisferi che essi pro...